Marilena Fonti

Nata a L’Aquila, ai piedi di montagne che fanno da baluardo alla città e ai suoi abitanti, della gente di montagna conservo la tenacia, che può diventare testardaggine, e allora sono guai. Però ne conservo anche la schiettezza, il rifiuto di tutto quanto sia artefatto e innaturale, l’apprezzamento della solitudine, che a volte serve proprio per riprendere fiato dal tourbillon di avvenimenti, persone, situazioni che spesso incombono inesorabili e senza soluzione di continuità.
Dalla città di montagna, da adolescente, sono stata proiettata in una città nel nord-est degli Stati Uniti, nel Connecticut, dove, superata una prima fase di smarrimento, mi sono adattata di buon grado all’American way of life, che si è perfezionata nel campus della University of Connecticut, dove ho conseguito il BA (Bachelor of Arts, che poi sarebbe la laurea di primo livello) in Lingue e Letterature Straniere Moderne e l’MA (Master of Arts, cioè la laurea di secondo livello), in Letteratura Comparata, specializzandomi nelle letterature italiana e tedesca. Certo, una volta tornata in Italia, per la serie gli esami non finiscono mai, per aver accesso ai concorsi ho dovuto conseguire anche la laurea italiana, per fortuna con un numero esiguo di esami, e una bella (beh, sì, fatemelo dire) tesi di traduzione dal tedesco del romanzo Die Tigerin, di Walter Serner. Credo si sia capito che la letteratura è stato sempre un interesse primario nella mia vita. Tant’è che a un certo punto ho anche iniziato a scrivere e siccome il primo racconto che ho inviato a un concorso è stato scelto per la pubblicazione, ho continuato. Ho affiancato l’attività di traduzione a quella della scrittura, pubblicando la traduzione di Il ragazzo perduto, una scelta di racconti di Thomas Wolfe, e Interlunare, la traduzione di una scelta di poesie di Margaret Atwood. Nel 2019 Ho pubblicato la raccolta di racconti Belle ombre imperfette, che, nello stesso anno, si è classificata seconda al Premio letterario EquiLibri.

ULTIMI LIBRI PUBBLICATI

SEGUI L'AUTRICE SUI SOCIAL

Marilena Fonti

È vero, il mondo è un palcoscenico, il bello però avviene dietro le quinte.